fbpx

Quando diamo un nome a qualcosa lo facciamo uscire dal buio, vivere fuori di noi. Quel nome inizia a esistere per davvero e diventa una mappa che dai tuoi pensieri finisce sulla bocca di altri. Partiamo da qui, dal naming, l’atto di nominare e dal nome, il gancio a cui appenderai il tuo futuro e con cui tutto sta per cominciare.

Chiama per nome il tuo futuro

Progetto nomi di brand, di prodotto, di servizio, di corsi, spazi, eventi. Con il naming non studio nomi belli, non solo almeno, preferisco proporre nomi che funzionano, quelli sì che sono potenti.
Trovare il nome giusto infatti non è soltanto un lavoro creativo. La creatività può colpire e attirare ma poi sotto ci deve essere dell’altro: è come la punta di un iceberg che è composto anche di coerenza, posizionamento, strategia.

Quel nome vivrà tra le persone e funzionerà quanto più sarà capace di identificare un mondo desiderabile e desiderato. Il nome giusto poi sa fare anche il passo successivo: oltre a essere creativo, oltre a funzionare, sa durare e crescere di valore nel tempo. Quando ha tutti questi requisiti è il nome giusto, pronto per diventare un marchio potente, efficace e difendibile

È un lavorone che diventa una parola, forse due

Il lavoro che propongo sul naming si articola in 3 fasi (+ 1):

  1. Analisi e ricerca
  2. Esplorazione e design
  3. Selezione e controllo
  4. Verifiche giuridiche e registrazione

1. Analisi e ricerca

Marino è uno strumento decisionale sviluppato da me, che allinea la fase strategica con quella di progettazione e creazione. È una suite che utilizzo nel naming come guida e quadro di posizionamento per:

carattere s. m. [dal lat. character –ĕris, gr. χαρακτήρ -ῆρος, propr. «impronta»] segno tracciato, impresso o inciso a cui si dà un significato, segno distintivo.

  • Conoscere la realtà di business
  • Identificare l’obiettivo del nome 
  • Considerare le relazioni con gli altri nomi utilizzati (se ci sono)
  • Studiare i nomi della concorrenza 
  • Inquadrare la tipologia di nome più adatto
  • Definire il carattere del nome

2. Esplorazione e design

Nella fase esplorativa metto insieme tutte le informazioni che ho ottenuto e rielaborato per iniziare a lavorare. Cosa faccio in concreto?

  • Lavoro sulla relazione tra il significato, la forma e la sonorità del nome
  • Dedico una parte alla creatività spontanea per associazioni di idee 
  • Uso mappe mentali e liste di parole chiave esplorando le aree semantiche
  • Le metto insieme con varie tecniche: fusione, declinazione, combinazione e così via

3. Selezione e controllo

Una volta arrivata a una lista di nomi possibili è il momento di scegliere quali proposte sono migliori della altre. La selezione contempla vari passaggi e criteri che dipendono dalla situazione di ogni nome e di solito sono: lunghezza, complessità, pronuncia e scrittura, controllo linguistico, originalità e dominio. Verifico che il nome rispetti tutti i criteri di linguistica, marketing e proprietà intellettuale. Cioè che sia:

Leggibile e pronunciabile
Esportabile
Pertinente culturalmente
Senza significati negativi


LINGUISTICA

Coerente con il posizionamento
Coerente con la filosofia di brand
Coerente con il settore
Coerente con il target


MARKETING

Nuovo
Distintivo
Usabile
Specifico (non generico)


PROPRIETÀ INTELLETTUALE

Nella selezione rientra anche la verifica web su domini e nomi di altri brand e prodotti: anche se oggi possono convivere due brand o prodotti con lo stesso nome bisogna vedere come sono usati, quanto, in che settore. 

4. Verifiche giuridiche e registrazione 

Un nome deve essere anche libero se no non ci puoi fare niente. E se pensi che ogni anno vengono depositati più di due milioni di marchi nel mondo non serve essere forti in matematica per capire che abbiamo una necessità: quella di verificare l’usabilità di quel nome. Per questo collaboro con uno studio legale specializzato in marchi e brevetti per controllare la validità dei nomi scelti.
Con la verifica dei prerequisiti effettuiamo ricerche di anteriorità (identità o similitudine) per ricevere pareri preventivi al deposito di un nuovo nome.
Una volta ottenuto il via libera puoi depositare e registrare il nome come marchio di proprietà nelle classi merceologiche e nei paesi che ti interessano.
Dopo la registrazione puoi scegliere di sorvegliare il marchio: si tratta di controlli sui nuovi depositi per mantenere al sicuro il tuo nome e difenderlo legalmente.

Guarda i nomi che ho già studiato per i miei clienti

Vuoi un nome che ti porti lontano? Scrivimi e lo realizzerò per te.

    Mi chiamo (richiesto)

    La mia email (richiesto)

    Il mio budget è di

    Avrei bisogno di (più informazioni mi dai, meglio posso comprendere il tuo progetto)