Web Writing – Konza Kiffi

I copywriter spesso fanno dei viaggi rimanendo seduti alla loro scrivania, devono, per capire l’essenza e l’atmosfera di alcune realtà di cui si trovano a scrivere.

Noi abbiamo fatto di recente un viaggio bellissimo che vogliamo condividere con voi: vi portiamo a Pantelleria, l’isola di origine vulcanica conosciuta in tutto il mondo per la bontà dei frutti della sua terra.

Abbiamo il piacere di presentarvi Giancarlo, la sua famiglia e l’Azienda Agricola Konza Kiffi che produce artigianalmente delizie di ogni genere: dal paté di capperi alla confettura di uva zibibbo, dalle marmellate di agrumi all’origano.

L’Agenzia Pixel Design che si è occupata della realizzazione dei sito ci ha contattato per dare valore alla comunicazione online dell’Azienda, con testi che sapessero raccontare e trasmettere il loro modo di lavorare coinvolgendo le persone in esperienze di gusto.

Non siamo stati mai a Pantelleria, ma attraverso il questionario che abbiamo sottoposto a Giancarlo e dopo le quattro o cinque chiamate per la creazione del Brief, rigorosamente nel tardo pomeriggio dopo una giornata nei campi, avevamo le idee molto chiare su quello che c’era da fare.

Giancarlo ci ha invitati più volte durante le nostre conversazioni a respirare l’aria di Pantelleria per poter scrivere al meglio: purtroppo nel periodo della lavorazione dei testi non potevamo partire, ma l’abbiamo comunque rassicurato che avremmo fatto del nostro meglio per riportare con autenticità quello che avevamo scoperto.

Giancarlo e Umberto di Pixel Design sono stati molto bravi: ci hanno trasmesso con grande passione (dove per passione intendiamo quella vera con la P maiuscola) i valori della tradizione culinaria pantesca, i sapori mediterranei di grande personalità, ci hanno fatto sentire il vento tra i capelli, il sole caldo sulla pelle, l’asprezza delle pietre e i pungenti arbusti, scoprendo la gioia di ogni nuovo germoglio; ma più di tutto ci hanno fatto comprendere la dedizione e il rispetto che hanno nei confronti della natura dell’isola di Pantelleria, difficile ma generosa.

E di questo abbiamo scritto.

La soddisfazione più grande è stata sentire Giancarlo (che si alza ogni giorno da maggio a settembre alle 5 per raccogliere i capperi uno ad uno senza danneggiarli e ritornando più volte sulla stessa pianta per raccogliere i boccioli prima della fioritura) entusiasta del nostro lavoro: in dialetto pantesco ci ha detto “Ma come avete fatto?! E se venivate qua che cosa scrivevate?!” (ovviamente la sua versione più colorita è molto meglio :)) 

Inutile dirlo, andremo presto a Pantelleria, perché di cose buone e di persone belle ci vogliamo sempre circondare.

 


 

Ti piace come lavoriamo e vuoi coinvolgerci nel tuo prossimo progetto? Scopri cosa possiamo fare per te!

 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio